Record di vendite online per Amazon.com. Sei sicuro che sia l’eccezione che conferma la regola?

Amazon.com, Inc ha annunciato in un comunicato stampa che la stagione del Natale 2008 ha finito con un record di vendite dalla sua fondazione: Oltre 6.3 milioni di prodotti acquistati in tutto il mondo e nel giorno di vendita di picco, un record di vendte di 72.9 oggetti al secondo.

 

Dobbiamo considerare il dato di Amazon un “fatto fortuito” di controtendenza? Io credo proprio di no.
Credo che sia necessario evitare di perdere tempo nel “ragionare” sull’evidenza se l’e-commerce sia un sistema legittimato di vendita. Penso al contrario che sia necessario comprendere come recuperare il ritardo del nostro Paese nei confronti delle vendite online.

Come docente sto svolgendo corsi sul Marketing applicato all’E-commerce, ma mi rendo conto che molte realtà nel nostro paese tendono a non considerare il fatto che il mondo sia cambiato. Molte realtà in crisi, continuano a indugiare su modelli di marketing validi negli anni ’80 che spesso determinano il loro fallimento.

Penso che questa crisi economica stia dimostrando che il mondo è cambiato e che il XXI secolo ha esigenze differenti.

Stiamo assistendo all’alba di un cambiamento nel modo in cui le persone comprano e vendono beni e servizi, producono e scambiano idee.
Il modello comunicativo del XXI secolo è basato sui Social Media e sul Social Shopping.

E tu cosa stai facendo?

Riferimenti

Scritto il 28 Dicembre 2008

Enrico Giubertoni

International Keynote Speaker, Autore. Aiuto le imprese a sfruttare il Marketing Digitale come leva strategica per conquistare il proprio Target

Enrico Giubertoni

Amazon.com, Inc ha annunciato in un comunicato stampa che la stagione del Natale 2008 ha finito con un record di vendite dalla sua fondazione: Oltre 6.3 milioni di prodotti acquistati in tutto il mondo e nel giorno di vendita di picco, un record di vendte di 72.9 oggetti al secondo.

 

Dobbiamo considerare il dato di Amazon un “fatto fortuito” di controtendenza? Io credo proprio di no.
Credo che sia necessario evitare di perdere tempo nel “ragionare” sull’evidenza se l’e-commerce sia un sistema legittimato di vendita. Penso al contrario che sia necessario comprendere come recuperare il ritardo del nostro Paese nei confronti delle vendite online.

Come docente sto svolgendo corsi sul Marketing applicato all’E-commerce, ma mi rendo conto che molte realtà nel nostro paese tendono a non considerare il fatto che il mondo sia cambiato. Molte realtà in crisi, continuano a indugiare su modelli di marketing validi negli anni ’80 che spesso determinano il loro fallimento.

Penso che questa crisi economica stia dimostrando che il mondo è cambiato e che il XXI secolo ha esigenze differenti.

Stiamo assistendo all’alba di un cambiamento nel modo in cui le persone comprano e vendono beni e servizi, producono e scambiano idee.
Il modello comunicativo del XXI secolo è basato sui Social Media e sul Social Shopping.

E tu cosa stai facendo?

Riferimenti