Aprire un nuovo punto vendita oppure lanciare un nuovo prodotto sono attività in cui il fattore di rischio può essere complesso per una azienda, soprattutto se PMI.

Tramite i social media possiamo avere dati utili a conferma della nostra idea di business e aumentare l’efficacia, ma anche per avere utili indicazioni su come costruire il nostro prodotto o servizio.

Ed è praticamente immediato, approfondibile, semplice da mettere in pratica. Vediamo come.

In questo articolo ti darò esempi e strumenti per sfruttare i social media per incrementare il successo della tua PMI.

Social Media per le PMI: aumentare il Ritorno dell’Investimento (ROI) tramite l’ascolto delle conversazioni

Questa guida ti consentirà di incrementare il Ritorno dell’Investimento sui Social Media nelle PMI. nelle MicroImprese, nei Franchising, nei Negozi e nelle attività locali.

Social media per le PMI: quali indicazioni utili dall’ascolto delle conversazioni

L’ascolto dell conversazioni in rete è una operazione gratuita che possiamo effettuare meglio con social network “aperti” e pubblici come Instagram, Twitter, Pinterest e Facebook (solo conversazioni pubbliche).

In questo esempio faremo finta di essere una catena di ristoranti simuleremo di dovere aprire un nuovo Ristorante in un mercato per noi nuovo, a Londra (ma potremmo farlo ovunque anche a 500 metri dalla nostra sede).

L’ascolto delle conversazioni sui social media permette alla mia PMI di fare una scelta più ragionevole in quanto consente di capire:

  • Quali conversazioni avvengono in alcune zone (quartieri) di una città (geolocalizzazione).
  • Se in queste conversazioni le persone parlano o meno dei prodotti che voglio lanciare.
  • Come le persone parlano di queste conversazioni: cosa dicono.
  • In quali ore di una giornata le persone parlano di ciò che interessa alla mia PMI.
  • Quali mercati e quali zone del mondo sono utili per la mia PMI

Social Media per le PMI: l’esempio concreto. Voglio aprire un Ristorante in un quartiere di una città e voglio capire se farlo e come farlo.

Usiamo i social per rispondere a queste domande:

  1. Sono italiano, ho dei ristoranti in Italia e ora voglio aprire un ristorante nel quartiere SOHO di Londra.
  2. Voglio capire se il quartiere SOHO di Londra è zona idonea e conveniente per la mia attività
  3. Voglio capire che tipologia di ristorante viene più apprezzata.
  4. Voglio dedurre le aspettative degli utenti.

Social Media per le PMI: gli strumenti per ascoltare queste conversazioni e rispondere alle domande.

Pochi banali passaggi. Prima di tutto apro Google Chrome (qui consiglio di usare Chrome) mi sincero che sia installato lo Hootlet (per saperne di più guarda qui), estensione gratuita di Hootsuite che è come un coltellino svizzero di fare molto comodamente questo tipo di attività.

A Hootlet installato (lo puoi installare anche su www.hootlet.com):

  1. Vado sulle mappe di Google.
  2. Cerco SOHO Londra
  3. Clicco Tweet near Here, ovvero le conversazioni che avvengono via Twitter a SOHO.
  4. Salvo le conversazioni in una nuova Scheda di Hootsuite oppure le aggiungo ad una scheda esistente.
  5. Entro in Hootsuite e modifico la colonna aggiungendo la parola Restaurant.
Social Media per le PMI: usare l'Hootlet di Hootsuite per aprire un nuovo ristorante

Social Media per le PMI: analizziamo e approfondiamo i dati ottenuti

Come vediamo le conversazioni su Restaurant sono molte a SOHO. Ma noi abbiamo ancora alcuni task da compiere:

  • Capire cosa proporre ovvero come la nostra idea di Ristorante Italiano è compatibile con la zona
  • Comprendere come proporlo in modo tale che soddisfi i nostri clienti e renda COOL il nostro ristorante.
  • Individuare dei PROSPECT come Social Media Influencers a cui fare una Business Value Proposition (non SPAMMARE inondandoli di pubblicità).

Concentriamoci sulla colonna Restaurant. Vogliamo capire quali sono le conversazioni che coinvolgono la parola “Italian”, “Pizza”, o altro. Ma ci sono moltissimi Tweet.

  1. Tramite Hootsuite usiamo il filtro e filtriamo queste conversazioni selezionando solo la parola “Pizza”
  2. Rifacciamo la stessa operazione con Italian (e tutte le parole chiave che vogliamo analizzare).
  3. Cambiamo tipo di Filtro e usiamo il filtro Klout (Klout è un punteggio che misura la capacità di un utente di influenzare altri utilizzatori)

Social Media per le PMI: cosa fare dei risultati ottenuti.

Intanto:

  • Leggiamo le conversazioni: contengono le conversazioni dei clienti tra loro e dati utilissimi che probabilmente non ci direbbero mai vis-à-vis.
  • Capiamo che cosa fanno i clienti: dai Tweet emergono le abitudini alimentari e cosa condividono. Guardate quante fotografie di piatti vengono condivise su Instagram. Pizza è un riferimento importante per la zona. Questo ci fa capire il nostro ristorante deve utilizzare twitter e instagram perché i nostri utenti lo fanno.
  • Tramite il punto 3 (filtro di Klout) individuiamo dei social media influencer a cui proporre una la nostra strategia di vendita (business value proposition) evitando di decadere con la palese volontà di vendere.

Considerazioni finali: il ROI in questo caso è avere variabili aggiuntive contro l’incertezza

Se avete aperto un punto vendita sapete quanti sono i costi di apertura (ristrutturazioni, adattamento alle normative, arredi, licenze altro), i costi di esercizio (personale, affitto, forniture, commercialista, altro), i costi di materiali.

Il costo di un errore è alto ancora di più per una PMI.

Tramite Hootsuite abbiamo visto come avere indicazioni preziose su Appeal della nostra attività nella zona, abitudini e comportamento degli utenti in quella zona, ciò che gli utenti fotografano (e quindi apprezzano), indicazioni utili sullo stile della nostra attività e sul contatto con gli influencer.

Scopri come potenziare ulteriormente la tua efficacia con questi tutorial: