Nasce una visione della società con i bisogni del singolo individuo al centro e internet come strumento per esprimerli?

Questo post è un po’ diverso dal solito. Ma tre notizie mi hanno colpito: e tutte queste notizie annunciano il debutto di una visione nella quale al centro delle rete sono piazzati i bisogni del singolo individuo.
Il rumor secondo il quale Google sta migrando da Microsoft Windows sostituendolo con Linux oppure MacOs nei PC dei suoi Headquarters per questioni di sicurezza e l’annuncio che Google Chrome Operating System sarà rilasciato nell’autunno del 2010, oltre naturalmente, al lancio dell’Ipad.

Studio della figura umana. Leonardo da Vinci

A prima vista sembrerebbe la solita guerra tra sistemi operativi.

Ciò che mi colpisce è che questa guerra sembra giocata con le stesse dinamiche della prima Guerra dei Browsers – avvenuta negli anni ’90 – tra Microsoft Internet Explorer e Netscape Communicator.

Si trattava di una guerra – quella appunto dei browser – nella quale Internet cercava di avvicinarsi ai suoi utenti incastrandosi in un qualche modo nei sistemi operativi di allora.

Parallelamente a quell’esigenza di rinnovamento, queste tre news danno il polso del cambiamento che sta avvenendo proprio quest’anno.

Dalla Guerra dei Browser, alla Guerra degli O.S. passa una riconcezione dell’uomo nel primo decennio del XXI secolo. E questa riconcezione sta influenzando il commercio e le dinamiche di comunicazione tra produttori di beni e acquirenti di beni (marketing)

Abbandoniamo ogni riferimento alla lotta tra Mac e PC dei decenni precedenti. La nuova guerra dei Sistemi Operativi è completamente differente e ha come fulcro  la rete.

Parlare di Ipad, Smartphone, di un Sistema Operativo Web Centrico come Google Chrome Operating System, significa parlare di una diversa concezione di internet e conseguentemente dei nuovi dispositivi informatici.

Una nuova concezione  nella quale i bisogni primari descritti dallo psicologo René Spitz, comunicare, condividere, interagire – attualmente offerti da internet – hanno il sopravvento sul modello di Personal computer concepito come strumento tecnico, basato esclusivamente sulla gestione di files o cartelle.

E’ inoltre veramente interessante che un Browser, Google Chrome, diventi un sistema operativo.

si tratta veramente di una rivoluzione copernicana nella quale i bisogni di ogni singolo individuo  dotato di identità propria nel XXI secolo assumono una posizione centrale e circondati come in una circonferenza, dai servizi offerti dalla rete.

La società sta cambiando così radicalmente anche come conseguenza di questi nuovi paradigmi?

Non lo so, ma questa frase di Leonardo da Vinci forse ne dà una possibile interpretazione:

Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché là siete stati e là desidererete tornare.

Scritto il 7 Giugno 2010

Enrico Giubertoni

International Keynote Speaker, Autore. Aiuto le imprese a sfruttare il Marketing Digitale come leva strategica per conquistare il proprio Target

Enrico Giubertoni

Questo post è un po’ diverso dal solito. Ma tre notizie mi hanno colpito: e tutte queste notizie annunciano il debutto di una visione nella quale al centro delle rete sono piazzati i bisogni del singolo individuo.
Il rumor secondo il quale Google sta migrando da Microsoft Windows sostituendolo con Linux oppure MacOs nei PC dei suoi Headquarters per questioni di sicurezza e l’annuncio che Google Chrome Operating System sarà rilasciato nell’autunno del 2010, oltre naturalmente, al lancio dell’Ipad.

Studio della figura umana. Leonardo da Vinci

A prima vista sembrerebbe la solita guerra tra sistemi operativi.

Ciò che mi colpisce è che questa guerra sembra giocata con le stesse dinamiche della prima Guerra dei Browsers – avvenuta negli anni ’90 – tra Microsoft Internet Explorer e Netscape Communicator.

Si trattava di una guerra – quella appunto dei browser – nella quale Internet cercava di avvicinarsi ai suoi utenti incastrandosi in un qualche modo nei sistemi operativi di allora.

Parallelamente a quell’esigenza di rinnovamento, queste tre news danno il polso del cambiamento che sta avvenendo proprio quest’anno.

Dalla Guerra dei Browser, alla Guerra degli O.S. passa una riconcezione dell’uomo nel primo decennio del XXI secolo. E questa riconcezione sta influenzando il commercio e le dinamiche di comunicazione tra produttori di beni e acquirenti di beni (marketing)

Abbandoniamo ogni riferimento alla lotta tra Mac e PC dei decenni precedenti. La nuova guerra dei Sistemi Operativi è completamente differente e ha come fulcro  la rete.

Parlare di Ipad, Smartphone, di un Sistema Operativo Web Centrico come Google Chrome Operating System, significa parlare di una diversa concezione di internet e conseguentemente dei nuovi dispositivi informatici.

Una nuova concezione  nella quale i bisogni primari descritti dallo psicologo René Spitz, comunicare, condividere, interagire – attualmente offerti da internet – hanno il sopravvento sul modello di Personal computer concepito come strumento tecnico, basato esclusivamente sulla gestione di files o cartelle.

E’ inoltre veramente interessante che un Browser, Google Chrome, diventi un sistema operativo.

si tratta veramente di una rivoluzione copernicana nella quale i bisogni di ogni singolo individuo  dotato di identità propria nel XXI secolo assumono una posizione centrale e circondati come in una circonferenza, dai servizi offerti dalla rete.

La società sta cambiando così radicalmente anche come conseguenza di questi nuovi paradigmi?

Non lo so, ma questa frase di Leonardo da Vinci forse ne dà una possibile interpretazione:

Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché là siete stati e là desidererete tornare.