Marche da bollo sui blog? Canoni su ADSL su cavo dati? Così non si può andare avanti. Internet è una risorsa che vale 17 miliardi di Euro l’anno

Perdonate lo sfogo di questo post: ma in certi casi è doveroso dire, io dissento !

Io ritengo di essere un moderato. Considero l’occidente un riferimento e ho una visione forse un po’ datata e romantica del marketing e della Comunicazione come strumento di emancipazione (un po’ anni ’90, forse) …

Mi sento un cittadino Europeo che vive in Italia.

Mi accorgo sempre di più che le mie idee, che in Europa sarebbero catalogate liberali e moderate, forse “da Conservatore“, in questo paese diventano non catalogabili e vagamente naives perchè la rete è trattata come luogo di “alternativi” e luogo da cui diffidare.

Ma proprio non posso pensare che si immagini di fare registrare i Blog con tanto di Marche da Bollo e moduli … proprio è inconcepibile. Se non conoscete tutto questo, trovate la notizia <>anche sul blog www.beppegrillo.it

Purtroppo questo è l’ennesimo atto di diffidenza verso la rete e le forme più avanzate di Marketing che colpiscono i cittadini danneggiandoli economicamente. Io stesso sto avendo degli impatti da tutto questo.

Avevo una ADSL senza Telefono e non pagavo il canone telecom. Nel 2007 lo stato tassa le ADSL su cavo dati dette anche Adsl Naked e mi vedo costretto a recedere dal mio provider e diventare oggetto di un superato, antiquato e da me vituperato marketing da call center: mi trovo a dovere rimettere il telefono fisso.

Io credo che queste scelte da tempo stanno portando gravi guasti economici. L’E-Commerce non decolla mentre in Europa è già una realtà.
In nazioni che investono sulla rete, l’E-Commerce porta 17 miliardi di Euro l’anno. Internet aiuta il PIL nazionale.

Ma sono nazioni – è doveroso dirlo – nelle quali non si attiva un dominio via fax, lo si fa direttamente on line.
Ma sono nazioni nelle quali non si propone di registrare i blog, ma anzi si favorisce la loro diffusione.
Ma sono nazioni nelle quali internet arriva nei paesini più sperduti.
Da noi si fanno scelte opposte: si tassano le ADSL naked, si propone di listare i blog,
Internet non è diffusa in tutto il territorio nazionale. Come conseguenza, l’Internet Marketing italiano è indietro rispetto a quello europeo.

Questo stato di cose è palpabile e secondo me causa un danno.

Scritto il 18 Ottobre 2007

Enrico Giubertoni

International Keynote Speaker, Autore. Aiuto le imprese a sfruttare il Marketing Digitale come leva strategica per conquistare il proprio Target

Enrico Giubertoni

Perdonate lo sfogo di questo post: ma in certi casi è doveroso dire, io dissento !

Io ritengo di essere un moderato. Considero l’occidente un riferimento e ho una visione forse un po’ datata e romantica del marketing e della Comunicazione come strumento di emancipazione (un po’ anni ’90, forse) …

Mi sento un cittadino Europeo che vive in Italia.

Mi accorgo sempre di più che le mie idee, che in Europa sarebbero catalogate liberali e moderate, forse “da Conservatore“, in questo paese diventano non catalogabili e vagamente naives perchè la rete è trattata come luogo di “alternativi” e luogo da cui diffidare.

Ma proprio non posso pensare che si immagini di fare registrare i Blog con tanto di Marche da Bollo e moduli … proprio è inconcepibile. Se non conoscete tutto questo, trovate la notizia <>anche sul blog www.beppegrillo.it

Purtroppo questo è l’ennesimo atto di diffidenza verso la rete e le forme più avanzate di Marketing che colpiscono i cittadini danneggiandoli economicamente. Io stesso sto avendo degli impatti da tutto questo.

Avevo una ADSL senza Telefono e non pagavo il canone telecom. Nel 2007 lo stato tassa le ADSL su cavo dati dette anche Adsl Naked e mi vedo costretto a recedere dal mio provider e diventare oggetto di un superato, antiquato e da me vituperato marketing da call center: mi trovo a dovere rimettere il telefono fisso.

Io credo che queste scelte da tempo stanno portando gravi guasti economici. L’E-Commerce non decolla mentre in Europa è già una realtà.
In nazioni che investono sulla rete, l’E-Commerce porta 17 miliardi di Euro l’anno. Internet aiuta il PIL nazionale.

Ma sono nazioni – è doveroso dirlo – nelle quali non si attiva un dominio via fax, lo si fa direttamente on line.
Ma sono nazioni nelle quali non si propone di registrare i blog, ma anzi si favorisce la loro diffusione.
Ma sono nazioni nelle quali internet arriva nei paesini più sperduti.
Da noi si fanno scelte opposte: si tassano le ADSL naked, si propone di listare i blog,
Internet non è diffusa in tutto il territorio nazionale. Come conseguenza, l’Internet Marketing italiano è indietro rispetto a quello europeo.

Questo stato di cose è palpabile e secondo me causa un danno.