Quali sono le Competenze Digitali per saper anticipare i bisogni del Target?

by Published On: 1 Marzo 2022Categorie: Digital Marketingtag =

Per affrontare la nuova normalità è necessario che i ruoli decisionali abbiano le giuste competenze digitali per  gestire i bisogni in progressivo mutamento del consumatore finale.

Il Target ha nuovi bisogni e nuove esigenze

Questo contesto di cambiamento progressivo nel consumatore finale sta impattando su:

  • Utilizzo ed adozione del digitale. Il consumatore ha definitivamente individuato nel digitale il meccanismo di Superamento dei tradizionali vincoli:
    • Spaziali (tramite lo smartphone non sono io consumatore a cercare i prodotti, è il prodotto a trovare me)
    • Temporali (tramite eCommerce trovo uno store aperto 24/7/365)
  • Legittimazione del mondo digitale. Il digitale è legittimato come realtà parallela a quella fisica nella quale nascono specifici bisogni:
    • Estetici: il consumatore vuole apparire elegante
    • Sociali: il consumatore trova relazioni impossibili nel mondo fisico
    • Relazionali Cliente/Brand: il consumatore ha bisogno di forme di interazione con il brand

A partire dal 9 marzo 2020 – la data in cui l’Italia è entrata per la prima volta nella sua storia in lockdown – il consumatore finale infatti ha subito una clamorosa accelerazione delle proprie abitudini verso il digitale

Come le imprese più virtuose si organizzano per rispondere ai bisogni del target

Nella mia attività consulente in questi 3 anni ho seguito e dato risposte alle imprese su questo bisogno imprescindibile ovvero:

Organizzarsi per dare una risposta strategica in linea ai bisogni emergenti del consumatore.

Gli approcci seguiti dalle imprese sono di due tipi:

  • Imprese che si sono riorganizzate in modo preventivo nel digitale nel decennio precedente per dare risposte e che stanno iniziando a godere dei frutti di questo quadro mutato.
  • Imprese che hanno dovuto repentinamente riorganizzarsi a causa del Covid-19

Sia nel primo che nel secondo caso il modello seguito è basato su questi tre passaggi:

  1. Agenzia come voce del Brand: nella fase iniziale si è iniziato a delegare a stakeholders esterni (le agenzie) il compito di presidiare la comunicazione digitale.
  2. Creazione del team interno di presidio del Brand: l’impresa si riappropria della propria identità organizzando internamente un Team Digitale e internalizzando strumenti e figure professionali
  3. Aggiornamento del team interno di presidio del Brand: l’impresa crea interventi per l’acquisizione di nuove competenze per i ruoli decisionali interni finalizzati a dare una direzione strategica di risposta ai bisogni presenti e futuri del consumatore.

Cosa puoi fare fare tu

Per soddisfare questa richiesta di nuove competenze digitali  finalizzate a trarre dei benefici dalla nuova normalità, ho preparato 3 percorsi di coaching individuale (One-to-One) specifici per  i ruoli decisionali:

Digital Skills Improvement, percorso di coaching finalizzato a:

  • Ottimizzare le conoscenze sul marketing digitale
  • Aumentare la padronanza dei processi decisionali
  • Facilitare il team interno nel migliorare le performance

Customer Expectations Management, percorso di coaching finalizzato a:

  • Comprendere i cambiamenti di mentalità (Mindset Shifting) del consumatore finale
  • Disegnare strategie sulle mutate esigenze del neo consumatore
  • Incrementare l’efficacia nel gestire contesti in continua evoluzione

Product Experience Improvement, percorso di coaching finalizzato a:

  • Disegnare un’Esperienza di Prodotto allineata ai bisogni del consumatore target
  • Valorizzare l’esperienza di prodotto su media digitali
  • Applicare metodologie specifiche per il settore

Questi 3 Percorsi di Coaching One-to-One sulle nuove competenze digitali nascono dagli ultimi 3 anni in cui ho avuto l’opportunità di collaborare con figure responsabili anche in paesi differenti, e ho portato loro a ragionare sulle priorità da affrontare con i clienti

Scritto il 1 Marzo 2022

Enrico Giubertoni

International Keynote Speaker, Autore. Aiuto le imprese a sfruttare il Marketing Digitale come leva strategica per conquistare il proprio Target

Enrico Giubertoni

Post correlati

Per affrontare la nuova normalità è necessario che i ruoli decisionali abbiano le giuste competenze digitali per  gestire i bisogni in progressivo mutamento del consumatore finale.

Il Target ha nuovi bisogni e nuove esigenze

Questo contesto di cambiamento progressivo nel consumatore finale sta impattando su:

  • Utilizzo ed adozione del digitale. Il consumatore ha definitivamente individuato nel digitale il meccanismo di Superamento dei tradizionali vincoli:
    • Spaziali (tramite lo smartphone non sono io consumatore a cercare i prodotti, è il prodotto a trovare me)
    • Temporali (tramite eCommerce trovo uno store aperto 24/7/365)
  • Legittimazione del mondo digitale. Il digitale è legittimato come realtà parallela a quella fisica nella quale nascono specifici bisogni:
    • Estetici: il consumatore vuole apparire elegante
    • Sociali: il consumatore trova relazioni impossibili nel mondo fisico
    • Relazionali Cliente/Brand: il consumatore ha bisogno di forme di interazione con il brand

A partire dal 9 marzo 2020 – la data in cui l’Italia è entrata per la prima volta nella sua storia in lockdown – il consumatore finale infatti ha subito una clamorosa accelerazione delle proprie abitudini verso il digitale

Come le imprese più virtuose si organizzano per rispondere ai bisogni del target

Nella mia attività consulente in questi 3 anni ho seguito e dato risposte alle imprese su questo bisogno imprescindibile ovvero:

Organizzarsi per dare una risposta strategica in linea ai bisogni emergenti del consumatore.

Gli approcci seguiti dalle imprese sono di due tipi:

  • Imprese che si sono riorganizzate in modo preventivo nel digitale nel decennio precedente per dare risposte e che stanno iniziando a godere dei frutti di questo quadro mutato.
  • Imprese che hanno dovuto repentinamente riorganizzarsi a causa del Covid-19

Sia nel primo che nel secondo caso il modello seguito è basato su questi tre passaggi:

  1. Agenzia come voce del Brand: nella fase iniziale si è iniziato a delegare a stakeholders esterni (le agenzie) il compito di presidiare la comunicazione digitale.
  2. Creazione del team interno di presidio del Brand: l’impresa si riappropria della propria identità organizzando internamente un Team Digitale e internalizzando strumenti e figure professionali
  3. Aggiornamento del team interno di presidio del Brand: l’impresa crea interventi per l’acquisizione di nuove competenze per i ruoli decisionali interni finalizzati a dare una direzione strategica di risposta ai bisogni presenti e futuri del consumatore.

Cosa puoi fare fare tu

Per soddisfare questa richiesta di nuove competenze digitali  finalizzate a trarre dei benefici dalla nuova normalità, ho preparato 3 percorsi di coaching individuale (One-to-One) specifici per  i ruoli decisionali:

Digital Skills Improvement, percorso di coaching finalizzato a:

  • Ottimizzare le conoscenze sul marketing digitale
  • Aumentare la padronanza dei processi decisionali
  • Facilitare il team interno nel migliorare le performance

Customer Expectations Management, percorso di coaching finalizzato a:

  • Comprendere i cambiamenti di mentalità (Mindset Shifting) del consumatore finale
  • Disegnare strategie sulle mutate esigenze del neo consumatore
  • Incrementare l’efficacia nel gestire contesti in continua evoluzione

Product Experience Improvement, percorso di coaching finalizzato a:

  • Disegnare un’Esperienza di Prodotto allineata ai bisogni del consumatore target
  • Valorizzare l’esperienza di prodotto su media digitali
  • Applicare metodologie specifiche per il settore

Questi 3 Percorsi di Coaching One-to-One sulle nuove competenze digitali nascono dagli ultimi 3 anni in cui ho avuto l’opportunità di collaborare con figure responsabili anche in paesi differenti, e ho portato loro a ragionare sulle priorità da affrontare con i clienti